I disturbi sessuali maschili

I disturbi sessuali maschili

La disfunzione erettile è un problema particolarmente delicato di cui gli uomini fanno fatica a parlare senza sentirsi in imbarazzo davanti all’interlocutore, sia che si tratti di un medico sia che si tratti di un amico fidato. E addirittura più del 40% degli uomini che soffrono di questo disturbo, non si confidano nemmeno con la partner. Perché ad essere messo in discussione è il concetto stesso di virilità, tema particolarmente sentito dal genere maschile.

A provocare la disfunzione erettile possono essere diversi fattori: obesità, consumo di tabacco, alcol e droghe, uso di farmaci anti-ipertensivi e di psicofarmaci, ma anche malattie come il diabete e la depressione. Non solo. La disfunzione erettile può essere anche un campanello d’allarme sulla presenza di altre gravi patologie: cardiopatia ischemica, ipertensione, diabete mellito, dislipidemia, sindrome metabolica. Ma la disfunzione erettile non è l’unico disturbo che ruota intorno alla sfera maschile condizionandone i livelli di autostima. Tra i problemi più riscontrati rientrano anche la mancanza di desiderio, l’eiaculazione precoce o ritardata, il desiderio compulsivo.

Le disfunzioni sessuali

L’individuo che presenta una carenza di desiderio non manifesta interesse per la sessualità e, se si presenta un’occasione erotica, non ne approfitta. Ma la caduta del desiderio, in alcuni casi, non coinvolge la normale risposta sessuale. L’eiaculazione precoce, invece, si verifica quando manca un ragionevole controllo volontario dell’eiaculazione e dell’orgasmo. In questo caso, la persona non riesce a tollerare l’eccitazione erotica e questo produce un’accelerazione della risposta sessuale e dell’orgasmo.
L’eiaculazione ritardata, al contrario, è un’inibizione specifica del riflesso eiaculatorio. L’erezione in questi uomini è normale, ma essi non sono in grado di eiaculare o incontrano grande difficoltà nel farlo, anche se hanno il desiderio di avere un orgasmo.

Tra i disturbi sessuali va ricordato anche il desiderio compulsivo, ovvero l’incapacità a saper controllare il desiderio sessuale, tanto da essere ossessionati da sensazioni e fantasie sessuali che interferiscono con l’attività lavorativa, associativa e quant’altro, creando seri problemi all’interno delle relazioni interpersonali.
Per approfondire l’argomento dei disturbi salutari tipici della sfera maschile, puoi consultare il sito androcentro.it.

Cause e controlli

Alla base dei disturbi sessuali, comunque, possono esserci cause organiche o psicologiche, o spesso una concomitanza di più fattori.
Una disfunzione sessuale è caratterizzata da un’anomalia che va capita e studiata. Le attuali tecniche diagnostiche e le nuove terapie mediche e psicologiche hanno permesso, negli ultimi decenni, di conoscere sempre meglio la risposta sessuale e hanno fornito soluzioni mirate a problemi che, un tempo, erano considerati difficili o non trattabili. Gli specialisti, a riguardo, ricordano che affidarsi a social network, forum e motori di ricerca non possono mai e in nessun modo sostituire una visita medica.

Cercare informazioni su internet può essere pericoloso e fuorviante, nonché un viatico per l’acquisto di (presunti) farmaci online che possono nuocere gravemente alla salute. Di conseguenza, in presenza di disfunzioni sessuali che creano gravi problemi sul rapporto di coppia o sulla propria autostima il consiglio è sempre quello di rivolgersi e confrontarsi prima con un medico specialista e  sottoporsi a controlli regolari per monitorare le proprie condizioni di salute.

1 marzo 2019 / by / in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *